I Protagonisti di Buone Pratiche 2016

Nata nel 2009 dal Mu.MA – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni di Genova, quest’anno alla sua ottava edizione,  la Carta del Mare  si presenta rinnovata e on line, mantenendo la caratteristica di essere una carta a punti per riflettere sulle proprie BUONE PRATICHE pratiche e diffondere comportamenti virtuosi in 7 aree: cultura, ambiente, accoglienza, lavoro, innovazione, relazioni e catena di fornitura.

 Nel 2016 ci sono stati nuovi aderenti in tutti i settori, ma un incremento importante si è verificato nelle imprese che hanno visto protagonisti giovani imprenditori . Anche quest’anno si sono superati i 100 partecipanti con più di 4000 Buone Pratiche.

Hanno aderito  soggetti di peso, a livello internazionale e nazionale quali il Museo Marittimo di Istanbul, Fondazione Acquario di Genova , l’Area Marina Protetta delle isole Egadi e Ustica, la Sala Storica della Scuola Telecomunicazioni della Marina Militare di Chiavari, il Museo Navale di Camogli e di Imperia …oltre a realtà singole ed associate rappresentative del contesto culturale ed imprenditoriale della Liguria:  Suq Genova, il teatro Cargo, i Teatri di Mare,  l’associazione Crea, ICOM Italia Coordinamento Regionale, RINA, Italia Nostra Liguria, Fondazione Novaro insieme a tanti Comuni, Parchi,  Associazioni anche di altre regioni .

Al progetto collaborano Touring Club Italiano, Slow Food, Regione Liguria, Agenzia “In Liguria” e SAAR. in condivisione con AMMM/Musei del Mare del Mediterraneo e UNIMED/Università del Mediterraneo.

La Carta del Mare curata da Danila Ceva Marina Mannucci e Franca Acerenza per l’edizione 2016, rientra nel più ampio progetto del PARCO CULTURALE DEL MARE, ideato e promosso dal Mu.MA per realizzare un sistema territoriale non solo regionale basato sui valori del mare e promuovere le buone pratiche  attuate da operatori pubblici e privati, singoli e associati